Stampa

GUIDA TECNICA CERCHI

GUIDA TECNICA CERCHI

GUIDA TECNICA CERCHI

 

 

 

Vi proponiamo una piccola guida per comprendere meglio le caratteristiche di cerchi e pneumatici

 

 

 

Le misure sono molto importanti:

 
 
Lettura dimensioni di un cerchio
 
Image not found
 
 
 

La MISURA del cerchio, ossia il diametro di calettamento del cerchio espressa in pollici es: 18.

Il CANALE è la parte che ospita il pneumatico, la sua larghezza è espressa in pollici (7,5 - 8,0 ecc.), è importante conoscere la giusta larghezza del canale in base alla larghezza dello pneumatico che vorremo montare (es.: un pneumatico 225 sarà montato su un canale 7,5 o al max su un canale 8,0)

Un Pollice corrisponde a 2,54 cm

 

                               tabellacorrispondenzepnaa9.jpg

 

 

Il PCD indica il numero di fori e l'interasse tra i fori stessi esempio: 5x114,3 ovvero 5 fori con un interasse di 114,3mm.

Il C.B. ovvero Center Bore indica il diametro del foro centrale del cerchio, quello dove entra il mozzo ruota.

 

 

                                      parti_cerchio.jpg                          
 

 

L'ET o OFFSET indica la misura tra il mozzo (attacco) ed il centro del "canale" è espresso in mm. e può essere positivo (ET40) o negativo (ET-15). E' una misura molto importante e va rispettata il più possibile poichè incide sulla carreggiata dell'auto. Facciamo un esempio concreto: la tua auto monta di norma un ET 47, con lo stesso attacco puoi trovare un ET20 cosa significa? Puoi montare il cerchio? In pratica si poichè l'attacco ed il mozzo sono uguali ma in effetti il montaggio è sconsigliato per due motivi: 1) perchè la gomma potrebbe toccare la carrozzeria. 2) perche un ET20 allarga la carreggiata di 27 mm. rispetto all'ET47, pertanto quasi sicuramente la ruota fuoriesce dai parafanghi e ciò è vietato dal Codice della Strada.

Se invece, nonostante l'ET basso, la ruota non fuoriesce dal parafango il montaggio è possibile.

Prendiamo l'esempio dei distanziali. Se un'auto ha un ET molto alto (ET51), invece di montare i distanziali da 16 mm è consigliabile montare un cerchio con ET 38. Si ottiene lo stesso effetto ma si evita una massa estranea sulla ruota che quasi sempre comporta inneschi di vibrazioni.

 

                                              Offset-et-cerchi-in-lega.jpg

 

Da rivenditori di cerchi in lega leggera abbiamo ritenuto utile portare a conoscenza dei retroscena del mondo dei cerchi in lega definiti repliche.

Iniziamo con il definire le "REPLICHE". Le repliche sono ottimi cerchi in lega che riproducono quasi fedelmente (e' una cosa voluta per questioni legali) il disegno originale dei cerchi di primo equipaggiamento delle maggiori case Automobilistiche.

 

Chi produce le REPLICHE?

I maggiori produttori di REPLICHE sono le case produttrici di cerchi After Market, il prodotto è però anonimo, non c'è marchio nella maggiorparte dei casi. Ciò è un problema e per l'acquisto è necessario rivolgersi a rivenditori specializzati che garantiscono un prodotto conforme agli standar internazionali di omologazione quali:

TUV Ente di Omologazione tedesco

JWL VIA (in facciata): Ente di Omologazione giapponese VIA. 

Carico VIA: carico di omologazione secondo lo standard giapponese VIA (es.: VIA 590 KG).

 

Perchè prezzi così diversi tra prodotti uguali?

C'è da sapere che oltre ai prodotti Nazionali di sicura qualità (e controllati secondo le norme) sono reperibili sul mercato prodotti di importazione dall'Oriente (China) o da altri paesi (Turchia, Brasile, ecc.) che hanno un costo più basso.

Qui si apre un discorso molto ampio. Non è detto che la qualità dei cerchi di importazione Extra CEE sia sempre inferiore a quelli Europei. Ormai anche le principali case costruttrici europee fanno produrre i cerchi in Cina, Corea, ecc. Il problema è sempre la tracciabilità del prodotto, l'utente finale non conosce l'origine del cerchio. Ciò permette di vendere cerchi che "sembrano" uguali a prezzi molto più bassi, ma la qualità non è "uguale". E' per questo che è necessario richiedere una garanzia ed acquistare questi prodotti da rivenditori professionisti che rispondono direttamente dei prodotti venduti, chiedendo una garanzia che è sempre validata dalla fattura di vendita (cerchi acquistati in nero, senza fattura o scontrino fiscale valido, non avranno mai nessuna garanzia).